mercoledì 20 maggio 2015

Salmo 42





Sulla melodia di "The Corinthian Song" adattamento del Salmo 42 (Daniela Michelin Salomon)
sol do re

1. Come cerva anela i rivi,
Così l'alma anela a Te.
Oh! Dio mio, Dio vivente,
Assetato son di Te.

2. Quando verrò in Tua presenza,
Le mie lacrime son qui;
Notte e dì son come cibo,
Mentre dicon: "Dov'è il tuo Dio?".

3. Io ricordo con commozione
Quando andavo insieme a voi
Verso la casa di Dio
Tra i canti di popoli.

4. Perché t'abbatti, alma mia?
Perché ti agiti in me?
Spera in Dio Salvatore
Perché ancora lo esalterò!

5. L'alma mia in me è abbattuta,
Perciò penso a Te da qui,
dai monti eccelsi e dal Giordano
Alzo gli occhi verso Te.

6. Un abisso chiama abisso
Al fragor delle cascate;
Tutte le Tue onde ed i flutti
Son passati su di me.

7. Il Signor, la grazia Sua
Eran come me la notte e il dì;
Io innalzavo canti a Lui,
Al Dio di vita la prece mia.

8. Dirò a Dio mio difensore:
Perché a lutto debbo andar
Per l'oppressione del nemico?
Perché mi hai scordato Tu?

9. Le ossa mie son trafitte
Dagli insulti dei peccator:
Che dicon sempre: Dov'è il tuo Dio,
Dov'è il tuo Dio difensor?

10. Perché t'abbatti alma mia?
Perché ti agiti in me?
Spera in Dio perché ancora
Lo celebrerò quaggiù.

11. Egli è il mio Salvatore;
Egli è il mio Re dei re.
Perché t'abbatti alma mia?
Spera in Dio mio Redentor.

Nessun commento:

Posta un commento